|  |  | 

consiglio comunale le nostre mozioni

1 luglio – Il Consiglio Comunale approva la mozione contro il progetto ANAS

img-responsive

1.07.2015 Consiglio Comunale

Presentazione di Barbara Lovotti alla mozione contro il progetto ANAS

Officina del Territorio ha avuto fin dalla sua nascita la battaglia no tang come motivo fondante, ma malgrado ciò non ha mai presentato atti ufficiali perché il nuovo progetto non aveva ancora visto la luce e ci sembrava istituzionalmente corretto aspettare i documenti ufficiali e il confronto tra i Sindaci, ora questi sono arrivati ed hanno avuto esito negativo.
Come avevamo purtroppo facilmente anticipato questo progetto è andato a peggiorare, e non era facile, il vecchio. Sparito il collegamento con Milano, diminuite le risorse per le opere di mitigazione ambientale, resta un opera che non piace e non risolverà i problemi di nessuno.
Possiamo noi, per vedere attenuato il problema dell’attraversamento di via Dante, distruggere circa 344000 mq di terreno fertile? Questa superstrada poi inevitabilmente porterà un aumento del traffico pesante di attraversamento andando quindi ad aumentare e non diminuire, come qualcuno sostiene, la somma dell’inquinamento da gas di scarico nella nostra zona. Per chi invece quotidianamente si reca a Milano in auto, non potendo per svariati motivi usare il mezzo pubblico, si troverà un aumento di code e traffico, situazione paradossale veramente per chi profetizza questo come un progetto che dovrebbe risolvere problemi di traffico. Poi è chiaro, come emerso da recenti documenti apparsi in regione Lombardia, che questo pezzo di superstrada non è nient’altro che il primo anello della famigerata TOEM, tangenziale ovest esterna di Milano, che andrebbe veramente a stravolgere per sempre il nostro territorio così come l’abbiamo conosciuto finora. E’ questo che vogliamo?
Adesso, notizia di pochi giorni fa, anche il parco del Ticino ha preso posizione ufficiale sul nuovo progetto, ed è una decisa posizione contraria, cosa che dà ancora più forza a chi si oppone da sempre a quest’opera e si prepara ad ogni battaglia, anche legale, per fermare quello che continuiamo a pensare come un inutile spreco di risorse pubbliche e ambientali.
Ora anche le pubbliche dichiarazioni del min. Delrio e le risposte a precise interrogazioni parlamentari non lasciano più spazio ad interpretazioni o illusioni, questo è il nuovo progetto e come tale bisognerà decidere cosa fare: o prendere o lasciare, non c’è spazio per sostanziali modifiche.

Per questo noi chiediamo ai nostri colleghi un atto di responsabilità, è finito il tempo di nascondersi dietro un dito, bisogna che ognuno di noi prenda una posizione forte e chiara o si è favorevoli o si è contrari. Rigettando questo progetto si potrà davvero destinare parte delle risorse per interventi che vadano a migliorare la viabilità locale e il trasporto pubblico, per questo ci aspettiamo un’approvazione della nostra mozione per una decisa presa di posizione del nostro consiglio comunale.

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Il testo della mozione

Premesso che il progetto Anas “Collegamento tra la S.S.n.11 Padana Superiore a Magenta e la Tangenziale Ovest di Milano Variante di Abbiategrasso sulla S.S.494 e adeguamento in sede del tratto Abbiategrasso fino al nuovo ponte sul Ticino – 1° Stralcio Funzionale” trasmesso alle amministrazioni comunali in data aprile 2015 ricalca e peggiora il precedente del 2008, come da dichiarazioni pubbliche di tutti i Sindaci interessati all’infrastruttura.

– Che nella versione dell’attuale 1° Stralcio è stato cancellato il collegamento verso Milano e sono sparite diverse opere di mitigazione ambientale,

– Che l’opera risulta così essere impattante come in precedenza sul territorio dei Parchi Agricolo Sud Milano e del Ticino andando pesantemente ad incidere sulla vocazione agricola e turistica della nostra città e di tutto il Territorio dell’Abbiatense / Magentino peraltro peggiorandone la funzionalità dei collegamenti tra i comuni.

– Che 7 sindaci, migliaia di cittadini, decine di associazioni e la totalità delle confederazioni agricole hanno pubblicamente manifestato, con la grande manifestazione del 28 marzo, una grande contrarietà all’opera

– Che anche il coordinamento di zona del PD in un comunicato stampa si è così dichiarato: “Il Partito Democratico è contrario alla realizzazione della superstrada di collegamento Vigevano-Malpensa proposta per il nostro territorio…”

– Che senza una fattiva azione di contrasto degli Enti Locali il Progetto ANAS, procederà inesorabilmente a livello istituzionale in tutte le sue fasi e senza modifiche, nella stessa versione di come è stato presentato

Ritenuto invece che il progetto Anas risulta assolutamente incompatibile con le priorità e le esigenze agricole, ambientali, turistiche e anche della viabilità del nostro territorio

dato atto del percorso intrapreso dal Sindaco di Abbiategrasso insieme agli altri Sindaci del nostro territorio finalizzato, da un lato a trovare soluzione alle note criticità viabilistiche esistenti sui territori di Abbiategrasso, Robecco sul Naviglio, Magenta e altri, e dall’altro a richiedere un percorso di concertazione tra gli enti locali e le istituzioni livello superiore

DELIBERA

1. DI ESPRIMERE la propria contrarietà in ordine al progetto stralcio dell’opera di collegamento Anas tra Vigevano e Malpensa, così come presentato da Anas stessa

2. DI IMPEGNARE il Sindaco e la Giunta a rappresentare quanto deliberato in tutte le sedi istituzionali.

1-luglio-il-consiglio-comunale-approva-la-mozione-di-officina-del-territorio

ABOUT THE AUTHOR