|  |  |  | 

consiglio comunale in città sociale

Lotta al gioco d’azardo: un infelice passo indietro

img-responsive

La lotta al gioco d’azzardo è sempre stata una tematica che ci sta molto a cuore fin dalla presentazione da parte della Consigliera Villa nell’ottobre del 2013 della mozione di indirizzo per il disincentivo alla diffusione del gioco d’azzardo. Un interesse che abbiamo dimostrato anche attraverso le numerose iniziative che abbiamo portato avanti in questo senso.

Sappiamo infatti che la diffusione del gioco d’azzardo ha ancora dimensioni preoccupanti anche in Abbiategrasso, sebbene la delibera che vieta l’apertura di nuove sale giochi dotate di slot machine nei pressi di luoghi sensibili abbia limitato i danni negli ultimi anni. Ma poiché il costo sociale derivante dalle ludopatie è ancora altissimo riteniamo che siano necessarie nuove azioni in questo senso. Oltre alle slot machine ci sono infatti ad esempio anche le problematiche relative alle sale scommesse.

La modifica dei regolamenti CIMP e COSAP approvata all’unanimità da questo Consiglio nel 2015 andava secondo noi nella giusta direzione. Ci dispiace quindi che ora si debba effettuare quello che sembrerà a molti un passo indietro.

Dal punto di vista economico questo passaggio è irrilevante, in quanto le cifre delle quali stiamo parlando sono irrisorie se paragonate all’intero bilancio comunale, come confermato dal Dott. Fasson in commissione. Il problema qui, se non ho capito male, è che c’è stata un po’ di disorganizzazione nell’applicare la modifica che abbiamo votato. Ai gestori sono arrivate delle richieste di pagamento molto superiori a prima, senza dare loro la reale possibilità in anticipo di rinunciare all’occupazione di suolo pubblico. Questo ha generato polemiche e ricorsi che hanno poi portato alla decisione di rivedere i regolamenti.

Quindi ancora una volta questa Giunta ha portato avanti un’azione nella giusta direzione ma senza riuscire ad applicarla nel modo più coretto.

Noi però sinceramente non capiamo fino in fondo la necessità di modificare questo regolamento adesso (e quello CIMP che discuteremo nel prossimo punto all’OdG). Capiamo che le situazioni individuali andavo affrontate in modo più congruo dando a tutti la possibilità di scegliere per tempo tar tavolini e slot ma ci sembra che ora modificare i regolamenti sia un brutto segnale e rappresentai quasi un “passo indietro” per l’amministrazione.

Apprezziamo le parole del Consigliere Capello su quanto ancora si sta facendo per contrastare la diffusione del gioco d’azzardo e limitarne i danni, ma ci sarebbe piaciuto avere alla possibilità di discuterne in commissione invece di vedere presentate queste modifiche da un punto di vista puramente tecnico/contabile senza possibilità di confrontarsi nel merito.

Officina del Territorio
Intervento del Consigliere William Nicoli (Consiglio Comunale 22.03.2017)

lotta-al-gioco-dazardo-un-infelice-passo-indietro

ABOUT THE AUTHOR