|  | 

le nostre mozioni

Aprile 2015: mozione per chiedere la completa ciclo-pedonalizzazione del centro-storico

img-responsive

Officina del Territorio, nel prossimo consiglio comunale, presenterà una mozione per chiedere la completa ciclo-pedonalizzazione del centro-storico. Forti del nostro programma, scritto e condiviso con centinaia di cittadini che pensavano questa soluzione come necessaria e prioritaria, siamo convinti che l’apertura del centro ai pedoni porterà un beneficio, in primo luogo, al commercio, come è sempre successo, dopo un periodo di rodaggio, nelle città che hanno attuato provvedimenti di pedonalizzazione e renderà la nostra città più vivibile e a misura d’uomo. La nostra mozione è già stata inoltrata a tutte le forze presenti in consiglio a cui ci siamo aperti per soluzioni condivise, speriamo che questa nostra proposta possa trovare il giusto appoggio in consiglio comunale per arrivare la prossima primavera alla creazione del “centro commerciale naturale” pieno di iniziative e di cittadini, vuoto di auto, ancora più attraente di come abbiamo saputo conservarlo sino ad oggi.

In merito al futuro dell’Annunciata, Officina del Territorio accoglie e rilancia la proposta avanzata nell’ultimo consiglio comunale da due consiglieri della maggioranza (Albini e Ceretti) riguardo l’istituzione di un tavolo di discussione sul futuro dell’ex convento. Un cantiere di studio e di lavoro per cercare di individuare soluzioni per il rilancio del sito, ridurne i costi e contemporaneamente mantenerne una vocazione pubblica è un’ipotesi di lavoro concreta che può costruire opzioni condivise. Noi guardiamo al futuro dell’Annunciata a partire da quanto espresso nel nostro programma elettorale; ma con tutta la disponibilità al confronto ed alla discussione delle diverse opzioni oggi in discussione.

Infine, una riflessione sulla nuova piscina, visto che sembra inevitabile che sarà l’Amministrazione Pubblica a doversi accollare l’intero costo. Perché consumare territorio e “regalare” diritti edificatori ai palazzinari locali, oltretutto per costruire un impianto nella periferia estrema, regalando speculazione in pieno centro?
Perché non pensare alla ristrutturazione dell’impianto attuale, comodamente raggiungibile da tutti,  scuole comprese?
E’ stato fatto una serio sondaggio tra i frequentatori abituali? E una valutazione del rapporto costi-benefici? Andrebbero resi pubblici o approntati con urgenza prima di una decisione così importante. Da cifre date dall’Amministrazione la completa ristrutturazione dell’impianto esistente costerebbe 3,5 milioni, contro 4,5/5 per la costruzione del nuovo. Non sono differenze di poco conto in un momento di forte crisi per le casse comunali.
La scelta della ristrutturazione comporterebbe, ovviamente, la chiusura dell’impianto per almeno un anno: un sacrificio che si potrebbe sopportare se questo significherà mantenere un impianto nuovo in centro, efficiente e comodamente raggiungibile da tutti, bambini e anziani compresi.

Officina del Territorio

 

Il testo della mozione

OGGETTO: MOZIONE PER LA RICHIESTA DI ESTENSIONE DELLA ZONA A TRAFFICO LIMITATO

PREMESSO CHE :

  • a partire dal 29 settembre 2012 con delibera n. 118 del 27/06/2012 è stata istituita una Zona a Traffico Limitato (ZTL), in cui l’accesso e la circolazione dei veicoli non sono consentiti in orari prestabiliti;
  • lo scorso 16 ottobre 2014 sono state introdotte modifiche alla viabilità cittadina quali la pedonalizzazione di piazza Castello e la creazione di una zona 30 all’interno della cerchia dei bastioni con la modifica del senso di marcia in corso Italia al fine di limitare il traffico parassitario di attraversamento;
  • durante il percorso di revisione del PGT è emersa da più parti, cittadini e associazioni, la volontà di un ampliamento dell’area pedonale

CONSIDERATO CHE

  • i suddetti provvedimenti vanno nella giusta direzione, ma non garantiscono una significativa diminuzione del traffico e dell’inquinamento causati dal passaggio di numerosi veicoli nel centro storico nei giorni feriali e festivi;
  • la situazione attuale di convivenza dei veicoli a motore con pedoni e ciclisti non garantisce l’adeguata sicurezza di queste due categorie;
  • il grande punto di forza del nostro centro è l’identità storico culturale del contesto con una naturale vocazione commerciale e una importante valenza sociale;
  • è ormai ampiamente diffuso il concetto di centro storico come grande centro commerciale naturale, cioè di contenitore commerciale privilegiato che, se ben supportato da interventi strategici (parcheggi e iniziative specifiche), è in grado di dare impulso alle attività commerciali e di favorire il loro incremento;

il Consiglio Comunale impegna il Sindaco e la Giunta Comunale

  • a rafforzare il monitoraggio/controllo dell’ingresso veicolare nella attuale ZTL;
  • ad attivare un percorso di partecipazione e discussione sulle modalità di realizzazione del progetto di totale pedonalizzazione del centro entro la fine del 2015;
  • a favorire con iniziative la rivitalizzazione del nostro centro storico;
  • a supportare l’iniziativa con un’adeguata rete di parcheggi rendendo accessibili quelli esistenti in prossimità della ZTL;
  • ad estendere la ZTL a tutto il centro storico realizzando così la chiusura totale al traffico e la creazione di un’ampia isola pedonale.
mozione-per-chiedere-la-completa-ciclo-pedonalizzazione-del-centro-storico

ABOUT THE AUTHOR