|  | 

in città

Officina del territorio è NO TANGENZIALE!

img-responsive

Officina del Territorio è tra i promotori della grande manifestazione di sabato 28 marzo contro la tangenziale, anche perché fin dalla nostra nascita abbiamo questi temi al centro della nostra azione politica. Ad esempio così diceva Barbara Lovotti nel suo discorso di insediamento in consiglio comunale:

“… e i prodotti agricoli di una campagna ancora ricca almeno fino a quando non sarà distrutta dal proliferare del cemento, figlio diretto dell’infrastruttura che si vuole costruire.
Sto parlando dell’ormai annoso progetto della Boffalora / Tangenziale Ovest con variante di Abbiategrasso.
Noi siamo consapevoli dei problemi viabilistici della città e della mancanza di risorse per risolverli. Questa amministrazione ha appena bocciato il progetto della rotonda vicino alla caserma dei Carabinieri , che avrebbe molto migliorato la viabilità di quella zona e ha dichiarato di non avere i fondi per realizzarla. Ciò dimostra che Abbiategrasso aspetta la costruzione della Tangenziale come unica soluzione ai suoi problemi, assumendosi una responsabilità enorme: quella di modificare integralmente il territorio e di portare in zona flussi di traffico che ora non ci sono.
Non possiamo ignorare che il tratto nord – sud da Magenta a Castelletto coincide curiosamente con il vecchio progetto TOEM (Tangenziale Ovest Esterna). Così per risolvere i problemi di traffico locale si trasforma tutta la zona e la si “trezzanizza”.

Questo non è il progetto della circonvallazione di Abbiategrasso, ma un piccolo tratto di una grande infrastruttura che, appoggiata in modo miope da questa e dalle precedenti amministrazioni, sarà il cavallo di Troia per la realizzazione della nuova Tangenziale Ovest.
Molte, troppe domande rimangono senza risposta.

Una di queste è : quanti conoscono veramente il Progetto? Sicuramente non il signor Beltrami come si evince dalle dichiarazioni che sparge incautamente sui giornali della zona! Chi conosce gli studi fatti dai vari Enti, i flussi di traffico e le ricadute sull’area? Per decidere o esprimere un consenso sarebbe più opportuno capire l’impatto devastante che un’opera di questa portata avrà sul nostro territorio…”
Dopo altri nostri innumerevoli interventi in consigli comunale in merito, ancora Barbara Lovotti nell’ultimo consiglio ha così promosso la manifestazione:

“28 MARZO 2015 L’AMMINISTRAZIONE DEVE PARTECIPARE!!! Vorrei dedicare qualche minuto a una importante manifestazione che si terrà sabato 28 marzo a piedi, in bici, con i trattori tra Albairate e Abbiategrasso e che si propone di rendere evidente agli occhi della popolazione locale e non solo, l’inutilità del tanto discusso progetto Anas-Superstrada per Malpensa inglobato nella legge 443/200, più nota come Legge Obiettivo che si avvia ormai a compiere 14 anni.

L’intervento si configura come prosecuzione della Malpensa-Boffalora/A4 e si pone come asse viario esterno alla tangenziale Ovest di Milano finalizzato a favorire i collegamenti tra Milano, l’Ovest Milanese e la A4 in corrispondenza della superstrada Malpensa-Boffalora…

Invitiamo quindi l’Amministrazione a prendere una volta per tutte una posizione responsabile e consapevole, ad unirsi alle 14.000 firme raccolte contro questo sciagurato e, ripeto, inutile progetto, a schierarsi dalla parte dei cittadini e del loro benessere e non dalla parte delle lobby del cemento.

Aspettiamo amministratori e cittadini ad unirsi a noi il 28 marzo ore 9.00, P.zza del Mercato -Albairate.”
Quindi chiaramente l’Officina del Territorio aderisce e sostiene convintamente la manifestazione di sabato, le sue donne e i suoi uomini saranno in prima fila insieme a tante altre persone a difendere il nostro ancora vitale territorio!

officina-del-territorio-e-no-tangenziale

ABOUT THE AUTHOR